Scuola Superiore Europea di Counseling Milano

logo cnupi

Incontri

  • Giovedì 25 Settembre 2014 ore 19:30 - 22:30 - Serata di approfondimento - "La relazione con l'animale"

    Location: Presso la sede ASPIC di Via Sangallo 41 – 20133 Milano

    Potenziale di esplorazione, consapevolezza e cambiamento
    A cura di Elisa Viani counselor, operatore di pet therapy e didattica con gli animali, istruttore cinofilo in formazione
     “Il Noi non esiste, ma è composto dall'Io e dal Tu, è un confine sempre mutevole …. E quando ci si incontra su questo confine, allora cambio io e cambi tu, attraverso il processo dell'incontrarsi a vicenda” (F. Perls)
    La serata si propone di introdurre il tema della relazione uomo-animale come possibile modalità di interazione tra l’essere umano e gli animali. L’incontro con l’animale, quando è riconosciuto come altro - con una propria soggettività, diversità ed unicità - può assumere la forma di dialogo e di scambio reciproco e contribuire alla definizione dell’identità della persona, a promuoverne il cambiamento ed accompagnarla nella crescita.
    Una ”lettura” della relazione con l’animale attraverso gli strumenti del counseling consente di fare emergere per la persona il potenziale di esplorazione, consapevolezza e cambiamento, che nasce da una relazione sempre più significativa nella società attuale, in cui gli animali fanno parte del contesto familiare e possono diventare a tutti gli effetti compagni di vita. La serata si rivolge pertanto ai counselor che desiderano cogliere questa opportunità di approfondimento nel percorso di counseling con i propri clienti e a tutti coloro che condividono la propria vita con un animale domestico o sono interessati alla tematica.


    Temi trattati:

    Evoluzione del rapporto uomo-animale e possibili modalità di interazione
    La relazione uomo-animale: caratteristiche, dimensioni/ambiti, contributi
    “Lettura” della relazione con l’animale attraverso gli strumenti del counseling:
    - teoria dell’attaccamento e tema della separazione/lutto
    - comunicazione
    - analisi delle transazioni
    - meccanismi di interruzione del ciclo di contatto
    - pensieri disfunzionali
    - animale come alleato nella rete della persona


    Scarica la presentazione
     Info costi e prenotazioni:
    La partecipazione alla serata prevede la prenotazione obbligatoria (massimo 25 partecipanti) e ha un costo di € 15,00 per i soci Aspic ed € 20,00 per gli esterni. 

    02/70006555
    02/700513990 
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

     

     

  • 21 novembre 2015 - Mindfullness

    Training teorico-esperienziale per approfondire la relazione tra il benessere psicofisico e la capacità di fronteggiare lo stress emotivo. Cosa accade nel corpo quando questo non avviene? Come imparare a gestire i nostri stati emotivi?

  • Corpo e Psicosomatica

  • Divulgazione

    Autostima, relazioni di coppia, gestione dello stress, assertività, il rapporto col cibo… Sono solo alcuni dei temi delle nostre serate, seminari, workshop e incontri di approfondimento, aperti a tutti, counselor e non.

    Aspic Milano realizza incontri serali, workshop e seminari aperti a tutti, counselor e non, con l’obiettivo di approfondire temi specifici rilevanti per la crescita personale e professionale e per il benessere e per divulgare le modalità del Counseling nei diversi contesti applicativi. Le serate: appuntamenti mensili di due ore e mezza in cui affrontare temi nuovi o migliorare la propria conoscenza su aspetti già noti di sé, degli altri e delle relazioni. (Link al calendario)

    I workshop: laboratori esperienziali in gruppo, condotti da un Counsleor o da uno psicoterapeuta. Danno la possibilità di sperimentarsi in maniera concreta su temi diversi, come ad esempio:
    - l’autostima e l’assertività
    -le emozioni
    - il rapporto con il proprio corpo
    - le relazioni con gli altri e di coppia
    -la gestione dello stress
    (Link al calendaeio)

    I seminari: giornate o week-end teorico-pratici in cui approfondire alcune tematiche rilevanti per la professione di counselor o per il benessere personale. (Link al calendario)

  • G.A.D.A. gruppo aiuto dipendenza affettiva

    immagine GADA

     

    Nessuno può amarci abbastanza da renderci felici se non amiamo davvero noi stesse,
    perché quando nel nostro vuoto andiamo cercando l’amore, possiamo trovare solo altro vuoto
                                                                                                                 (Robin Nordwood)

      GRUPPO SULLA DIPENDENZA AFFETTIVA

    RICHIEDI UN COLLOQUIO CONOSCITIVO

    un incontro per approfondire il tema della dipendenza affettiva, sotto un punto di vista personale e/o professionale,
    un incontro per comprendere la forza del Gruppo come strumento per un cambiamento di vita, verso il proprio benessere

    SCARICA QUI IL CALENDARIO  DA SETTEMBRE 2018 A LUGLIO 2019

     

    COS’E’ UN GRUPPO DI AIUTO E PERCHE’ PUO’ ESSERE MOLTO UTILE?

    Un gruppo di aiuto è una iniziativa creata al solo scopo di darsi incoraggiamento e sostegno reciproco quando ci si trova ad affrontare la medesima problematica esistenziale: nel nostro caso la Dipendenza Affettiva.

    Il gruppo di aiuto G.A.D.A. di Aspic Milano nasce come naturale conseguenza a seguito dell'esperienza fatta dalla sede Aspic Roma, che dal 2012 offre aiuto e assistenza alle persone che soffrono di dipendenza affettiva tramite l'apertura del Gruppo di Aiuto.
    G.A.D.A è un luogo in cui è possibile esprimere emozioni, domande e riflessioni relative a ciò che ci sta a cuore, dandoci la possibilità di sviscerare insieme vissuti, dubbi e perplessità.
    La condivisione è il principio base che guida questa esperienza, attraverso la quale ognuno può riscoprire nell’altro le sue stesse difficoltà, venendo in contatto con percorsi nuovi da cui imparare a guardare le cose con occhi diversi.

     

    DIPENDENZA AFFETTIVA...OVVERO?

    Si parla di Dipendenza Affettiva quando il «rapporto d’amore» è vissuto come condizione stessa della propria esistenza.
    Le persone che ne soffrono vedono nell’altro la fonte di ogni benessere e, pur di non rischiare di perdere l’oggetto amato, sono disposte a sacrificare qualsiasi bisogno o desiderio personale fino al punto di annullare il proprio Sé.
    Si passa la vita a mendicare l’»affetto» dell’altro; lo si idealizza per sopprimere i sentimenti di inadeguatezza, vuoto, ansia, impotenza, scarsa autostima, non amabilità, che ci si trova a fronteggiare.
    L’importanza attribuita all’oggetto d’amore spinge il dipendente affettivo a preservare il rapporto «sentimentale» ad ogni costo, fino ad assumere un atteggiamento di assoluta «dedizione», adoperandosi affinchè i bisogni e i desideri dell’altro vengano soddisfatti.
    Questo atteggiamento è spiegato dal fatto che nella dipendenza affettiva la persona vive costantemente nel terrore di poter perdere la persona amata, evento considerato insopportabile.
    Si parla appunto di «dipendenza» affettiva per sottolineare il fatto che, proprio come per le dipendenze da sostanze (es. droga, alcol, tabacco..) il soggetto non può rinunciare (pena la «crisi d’astinenza») all’oggetto amato, ma anzi, con il passare del tempo, richiede «dosi» di presenza o vicinanza sempre maggiori.

     

    LE ORIGINI DELLA DIPENDENZA AFFETTIVA

    La Dipendenza d’Amore trova le sue radici nell’infanzia di queste persone, i cui bisogni d’amore, affetto ed accudimento sono stati frustrati.
    Nella relazione con le figure significative infatti il bambino impara, attraverso le cure e la sensibilità dell’altro, che egli è una persona degna d’amore»: è questo sentimento a nutrire il suo amor proprio e la sua fiducia verso se stessi e gli altri.

    I soggetti che sviluppano la Dipendenza Affettiva non hanno introiettato questo sentimento ma, al contrario, si sono convinte, talvolta inconsciamente, «che i loro bisogni non contano» o che «non sono degne di essere amate».

     

    LA STORIA DI G.A.D.A. - GRUPPO DI AIUTO DIPENDENZA AFFETTIVA

    Il progetto G.A.D.A. nasce presso la sede ASPIC di Roma nel 2012 e da allora vive sostenendo molte persone nella loro battaglia contro la dipendenza affettiva. 
    Dal 2016 è stato attivato il gruppo di aiuto G.A.D.A. anche presso la sede di Milano, come naturale conseguenza dell'esperienza avviata a Roma, anche a seguito delle diverse richieste ricevute.

    Per conoscere la storia del Gruppo G.A.D.A:
    http://dipendenzaffettivaroma.blogspot.com

     

    G.A.D.A. MILANO: INFO, ISCRIZIONI E COSTI

    Il gruppo si tiene ogni 15 giorni nella giornata di MARTEDI’, dalle 20.30 alle 22.30, presso la sede Aspic Milano, in Via Sangallo 41, Milano

    Per maggiori info contattare:
    Alessia 349 0807583
    Anca 340 7022426
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    La partecipazione è subordinata al tesseramento annuale all’Associazione ASPIC (65,00€) e la quota di partecipazione è di 20,00 € per ogni incontro.

     

    scarica la broshure di G.A.D.A

     

     

  • Gay Counseling

  • Identità di genere e relazione intima

  • Incontri di supervisione

     Gli incontri di supervisione sono indirizzati agli allievi del Master, ai Counselor diplomati, agli Psicologi e Psicoterapeuti per favorire la loro crescita professionalee monitorare la loro pratica operativa, nel rispetto dell'etica e della deontologia.

    In Aspic è possibile effettuare:

    •  SUPERVISIONE INDIVIDUALE

    per una supervisione individuale contatta direttamente la nostra Psicoterapeuta e Counselor Supervisor Margherita Serpi - mob:335 8338246 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    • SUPERVISIONE DI GRUPPO

    per gli iscritti al Centro di Ascolto:
    Aspic Milano organizza mensilmente (il mercoledì) una supervisione di gruppo per i Counselor Diplomati che intendano svolgere attività di tirocinio presso il Centro di Ascolto . Il costo di partecipazione alla supervisione è di 20,00 € a incontro più il versamento della quota associativa annuale di Aspic Milano (65,00€)

    Per tutti coloro che svolgono la professione:
    Aspic Milano organizza mensilmente (il Giovedi) una supervisione di gruppo per Counselor e Psicologi. Il costo di partecipazione alla supervisione è di 20,00 € a incontro più il versamento della quota associativa annuale ad Aspic Milano (65,00 €).

    Contattaci per avere maggiori dettagli sul Calendario e sulle modalità di iscrizione..

    • SUPERVISIONE PER GLI ALLIEVI

    Gli allievi che stanno frequentando o hanno frequentato il terzo anno del Master in Counseling Professionale e desiderano e che per motivi di tesi intendono seguire un cliente hanno l'onere di informare della loro presa in incarico la Dott.ssa Margherita Serpi e concordare con lei, per ragioni assicurative e di tutela, una supervisione ogni due/tre incontri. 

     

     

  • L'intelligenza emotiva

    18 Ottobre 2015

  • Quando il corpo si ammala

News ed Eventi

  • Corso in Art-Counseling +

    per specializzarsi nell'uso delle tecniche artistico-espressive nel counseling. Possibilità di seguire anche i singoli moduli di interesse​. Read More
  • G.A.D.A. gruppo di aiuto dipendenza affettiva +

    un ciclo di incontri bimensili, il martedì dalle 20.30 alle 22.30, rivolto a persone che vogliono sperimentare lo strumento del Read More
  • 21^ Edizione Master triennale in Counseling +

    Sono aperte le iscrizioni alla 19° edizione del Master Triennale Read More
  • Counseling per insegnanti +

    Read More
  • Formazione permanente +

    Read More
  • 1

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti