Scuola Superiore Europea di Counseling Milano

logo cnupi

Corsi

  • Corso in Art-Counseling

    L'uso della creatività nella relazione d'aiuto

    Corso di perfezionamento

     Direzione Didattica: Dott.ssa Margherita Serpi

    immagine Art counseling

     L’espressività artistica o comunque creativa, come la definisce Winnicott, permette di esprimere in modo spontaneo e simbolico quanto è nascosto nel proprio mondo interno, facilitando il processo di affioramento alla coscienza e alla consapevolezza delle tematiche archiviate e irrisolte; suscita interrogativi sui lati oscuri dell’oggetto artistico e sulla personalità del soggetto che ne fruisce.

     

    Il Corso offre l’opportunità di comprendere e sperimentare la relazione stretta, articolata e profonda tra la concezione dell’arte, il processo, il significato artistico e lo scopo comune al Counseling di favorire la liberazione di emozioni represse, lo sfogo delle tensioni emotive.

     
    DESTINATARI
    Il corso è rivolto a tutti i professionisti della relazione d’aiuto: Counselor diplomati e in formazione, psicologi, educatori, assistenti sociali, oltre che ad artisti, creativi e animatori, insegnanti, operatori museali e chiunque voglia sperimentare e avvalersi di strumenti teorico-pratici legati all’espressione creativa per accrescere consapevolezza e risorse personali e professionali da applicare nei diversi campi dell’aiuto alla persona.
     
     
    OBIETTIVI 
    Scopo del corso è specializzare i Counselor diplomati e tutte le figure professionali che a vario titolo lavorano nella relazione d'aiuto con competenze avanzate nella conduzione di lavori di crescita individuali e di gruppo a mediazione artistica e con approfondite conoscenze dei processi creativi e artistici per mezzo di laboratori e interventi individuali volti al sostegno e al cambiamento nell’area personale.
     
     
    METODOLOGIA
    La Formazione in Art Counseling integra le tecniche del colloquio di Counseling ad approccio pluralistico integrato con gli strumenti propri dell’espressione artistica, per agevolare e facilitare la comunicazione non verbale tramite il colore, la creta, le immagini, la metafora, la parola poetica, la musica, la danza, il teatro.
     
    Il Corso si avvale di un corpo docente di alto profilo e varia distribuzione disciplinare, comprendente Counselor professionisti, psicologi, psicoterapeuti supervisori e liberi professionisti che operano nel campo della relazione d’aiuto mediata dall’arte e dall’espressività.*
     
    I contenuti teorici proposti in aula sono supportati da laboratori esperienziali, da sperimentazioni pratiche di apprendimento e sessioni simulate di Art Counseling sia individuali che di gruppo.
     
    * Il corso non fornisce conoscenze sulle modalità di utilizzo degli atti tipici della professione dello psicologo o dello psicoterapeuta, né abilitazioni a operare secondo quanto disposto da queste professioni.
     
    ARTICOLAZIONE
    Il corso in Art Counseling è articolato in 12 incontri, un sabato al mese, dalle 10.00 alle 19.00, per un totale di 120 ore (92 ore in aula e 28 di assessment a distanza).

    Al termine del corso verrà rilasciato, a chi non avesse superato il 10% di assenza sul totale monte ore, un attestato di partecipazione.

     

    DURATA E MODALITA' DI SVOLGIMENTO 
    1 serata di introduzione teorica e 11 Moduli da 1 giornata al mese da ottobre 2018 a settembre 2019 dalle 9.30 alle 19.30

    Struttura della giornata:
    09.30 - 13.30 lezione teorico-esperienziale;
    14.30 - 18.00 laboratorio/workshop esperienziale;
    18.15 - 19.30 restituzione - supervisione di gruppo.

    L'attestato finale verrà rilasciato a coloro che non hanno superato il 10% di assenze e che avranno consegnato l'elaborato finale.

     

    CALENDARIO 2018-2019

    27 ottobre 2018
    17 novembre 2018
    15 dicembre 2018
    26 gennaio 2019
    09 febbraio2019
    09 marzo 2019
    06 aprile 2019
    04 maggio 2019
    08 giugno 2019
    29 giugno2019
    21 settembre 2019

     

    PROGRAMMA DETTAGLIATO 2018-2019:

    MODULO 1 -
    venerdi 26 ottobre 2018 19.30/22.30

    Storia delle teorie, delle metodologie e delle tecniche per lo sviluppo della creatività personale e professionale
    Esperienza di workshop: la sand therapy

    Docente: Margherita Serpi, psicologa, psicoterapeuta, counselor pupervisor, formazione in sandPlayTherapy, presidente Aspic Milano

     

    MODULO 2 -
    sabato 27 ottobre 2018 09.30/19.30

    Collage come rappresentazione di sé e strumento di conoscenza dell'altro

    Docenti:
    Margherita Serpi, psicologa, psicoterapeuta, counselor pupervisor, formazione in sandPlayTherapy, presidente Aspic Milano
    Veronica Durante, arteterapeuta, artista

     

    MODULO 3 - 
    sabato 17 novembre 2018 09.30/19.30

    Significati, limiti e risorse del plasmare la creta

    Docente: Matteo Fioravanti, Professional Counselor, arteterapeuta

     

    MODULO 4 -
    sabato 15 dicembre 2018 09.30/19.30

    Toccàti dal Suono: musica e counseling

    Docente: Massimo Buratti, psicologo, Professional counselor, filosofo

     

    MODULO 5 -
    sabato 26 gennaio 2019 09.30/19.30

    La rivelazione delle fiabe

    Docente: Laura Becatti, Psicologa, psicoterapeuta, Professional Counselor, Formazione in artiterapie, danzamovimentoterapia, teatro di improvvisazione clown

     

    MODULO 6
    sabato 09 febbraio 2019 09.30/19.30

    Il VIC e il disegno del mondo immaginario: una via di accesso privilegiata verso il benessere della nostra vita interiore

    Docente: Marisa Callegari, psicologa, psicoterapeuta, presidente Aspic Psicologia Milano

     

    MODULO 7 -
    sabato 09 marzo 2019 10.00/19.30

    Colore esperienza di luce: liberare l'espressione spontanea attraverso il colore

    Docente: Annamaria Farinelli, Professional counselor, coordinatrice didattica e formatrice Aspic per la Scuola (Roma)

     

    MODULO 8 - 
    sabato 06 aprile 2019 - 9.30-19.30

    Il gioco è una cosa seria: la metafora del gioco nel counseling, l'uso delle costruzioni lego

    Docente: Alessia Villa, Professional counselor, vicepresidente Aspic Milano

     

    MODULO 9 -
    sabato 04 maggio 2019 - 9.30-19.30

    L’espressione di sé attraverso il corpo e gli oggetti: spazio e movimento

    Docente: Silvia Zambon, Professional Counselor, psicomotricista

     

    MODULO 10-
    sabato 8 giugno 2019 10.00/19.30

    Chi danza sa cosa succede - Il linguaggio simbolico della danza

    Docente: Katy di Basilio, Counselor formatore, vicepresidente Aspic Toscana

     

    MODULO 11 -
    domenica 29 giugno 2018 09.00/19.30

    Emozioni in scena: strumenti teatrali per lavorare con le emozioni

    Docenti:
    Margherita Serpi, 
    psicologa, psicoterapeuta, counselor supervisore, formazione in SandPlayTherapy, presidente Aspic Milano
    Luca Ciancia, 
    regista teatrale, attore, docente e formatore

     

    MODULO 12 - 
    sabato 21 settembre 2018 10.00/19.30

    Esprimersi attraverso l'uso della fotografia e del video

    Docenti:
    Margherita Serpi, 
    psicologa, psicoterapeuta e presidente Aspic Milano
    Alessia Villa,
    counselor professionista e vicepresidente Aspic Milano

     

    E' POSSIBILE PARTECIPARE ANCHE AI SINGOLI MODULI DI INTERESSE

    INFO
    Costi:
    1400 € per esterni (inclusa quota associativa) per iscrizioni entro il 30 luglio 2018
    1500 € per esterni (esclusa quota associativa) per iscrizioni dopo il 30 luglio 2018

    (operazione fuori campo IVA, ex art.1 e 4 DPR 633 del 72)

    1200 € per soci ASPIC e UPASPIC


    Per ulteriori informazioni, la prenotazione di un colloquio di orientamento gratuito o la richiesta dei moduli di iscrizione contattare:
    SEGRETERIA ASPIC MILANO
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">
    02.70006555 (lun-merc-ven dalle 10.00 alle 16.00)
    349 0807583

    SCARICA LA PRESENTAZIONE DEL CORSO

     

     

  • Counseling per insegnanti

    Formazione accreditata MIUR

     

     

    La Confederazione Nazionale delle Università Popolari Italiane, C.N.U.P.I. in partenariato con la propria associata “Università del Counselling U.P.Aspic – Università Popolare ASPIC” di Roma, attraverso le proprie articolazioni territoriali, organizzano, anche in considerazione all’applicazione al D.P.C.M. 23 settembre 2015 per l’attuazione della Legge 107/15 art.1 comma 121, alcuni percorsi formativi INTRODUTTIVI ALLE ABILITÁ DI COUNSELING, rivoltI ai docenti di ruolo, (compresi i neo-assunti dal 1° settembre 2015).

     PROPOSTE FORMATIVE:

    GLI STRUMENTI DI COUNSELING PER GLI INSEGNANTI:
    36 ore formative riconosciute come aggiornamento professionale dal MIUR, frequentabile usufruendo della carta del docente e di eventuali bonus scuola
    Scarica la presentazione del corso

     

     
    logo cnupi miur

     


    logo upaspic miur


     
    logo aspic miur

     

     

  • Formazione permanente

    Per l'anno 2018-2019 Aspic Milano accompagna i propri Counselor nella formazione continua con le seguenti proposte:


    SEMINARI SERALI: dalle 19.30 alle 22.30

    appuntamenti serali di formazione teorico-esperienziale.

    17 OTTOBRE 2018

    COME VIVERE AL MEGLIO LA PERFORMANCE
    serata gratuita - evento celebrativo 30 anni di Aspic
    a cura di Alcesti Alliata, professional counselor, filosofa e musicista e 
    Alessia Villa, professional counselor, allenatrice FIPAV, vicepresidente Aspic Milano

     

    26 OTTOBRE 2018

    STORIA DELLE TEORIE E DELLE METODOLOGIE PER LO SVILUPPO DELLA CREATIVITA'
    ESPERIENZA DI WORKSHOP: IL GIOCO DELLA SABBIA E IL COUNSELING
    a cura di Margherita Serpi, psicoterapeuta, counselor supervisore e presidente di Aspic Milano

    a breve sarà disponibile tutto il calendario dei seminari per l'anno formativo 2018-2019

     

     

    FORMAZIONE ONE DAY: dalle 09.30 alle 18.30

    formazione di una intera giornata, per approfondire anche dal punto di vista esperienziale alcuni strumenti e/o tematiche di particolare interesse.

    27 OTTOBRE 2018: 

    LO STRUMENTO DEL COLLAGE 
    a cura di Veronica Durante, arteterapeuta e counselor

     

    4 NOVEMBRE 2018:

    LA MAGIA DELL'INCONTRO
    laboratorio esperienziale tra counseling e biodanza 
    a cura di Margherita Serpi, psicoteraputa, counselor supervisore e presidente Aspic Milano 
    e Silvia Signorelli, professional counselor, didatta di Biodanza

    CHI C'E' NEL MIO CASTELLO?
    FIABE, FAVOLE E RACCONTI CHE HANNO INFLUENZATO LA MIA VITA
    laboratorio esperienzale a cura di Marisa Callegari, psicoteraputa, formatrice Aspic Milano e presidente di Aspic Psicologia - Milano

    giornata celebrativa di chiusura per i festeggiamenti dei 30 anni di Aspic e dei 20 anni della sede di Milano

     

    17 NOVEMBRE 2018: 

    SIGNIFICATI, LIMITI E RISORSE DEL PLASMARE LA CRETA 
    a cura di Matteo Fioravanti, arteterapeuta e counselor

     

    15 DICEMBRE 2018:

    LA MUSICA NEL PERCORSO DI COUNSELING
    a cura di Massimo Buratti, psicologo, counselor Aspic, filosofo

     

    26 GENNAIO 2019: 

    LA RIVELAZIONE DELLE FIABE
    a cura di Laura Becatti, psicoteraputa, counselor

     

    9 FEBBRAIO  2019:

    L'IMMAGINARIO E IL VIC: IL DISEGNO DEL MONDO IMMAGINARIO
    a cura di Marisa Callegari, psicoteraputa, formatrice Aspic e presidente di Aspic Psicologia - Milano

     

    9 MARZO  2019:

    COLORE ESPERIENZA DI LUCE:
    LIBERARE L'ESPRESSIONE SPONTANEA ATTRAVERSO IL COLORE

    a cura di Annamaria Farinellii, counselor a mediaizone artistica, coordinatrice corso di Art counseling (Aspic per la Scuola - Roma)

     

    6 APRILE 2019: 

    IL GIOCO È UNA COSA SERIA: L'USO DEL LEGO NEL COUNSELING
    a cura di Alessia Villa, professional counselor, vicepresidente Aspic

     

    04 MAGGIO 2019:

    ESPRIMERSI ATTRAVERSO IL CORPO ED OGGETTI
    a cura di Silvia Zambon, professional Counselor Aspic, psicomotricista

     

    8 GIUGNO 2019:

    CHI DANZA SA COSA SUCCEDE - IL SIGNIFICATO SIMBOLICO DELLA DANZA
    a cura di Katy di Basilio, counselor E vice-presidente Aspic Toscana

     

    29 GIUGNO 2019:

    LE EMOZIONI IN SCENA: STRUMENTI TEATRALI PER LAVORARE CON LE EMOZIONI
    a cura di Luca Ciancia, regista teatrale e consulente Aspic Milano e Margherita Serpi, psicoterapeuta, presidente Aspic Milano

     

    21 SETTEMBRE 2019:

    ESPRIMERSI ATTRAVERSO L'USO DELLA FOTOGRAFIA E DEL VIDEO
    a cura di Alessia Villa, counselor professionista e vicepresidente Aspic Milano, e Margherita Serpi, psicoterapeuta e presidente Aspic Milano

     

    CORSI DI FORMAZIONE AVANZATA

    Corso in Art Counseling - IV anno: 120 ore
    un sabato al mese per approfondire l'uso della creatività nella relazione d'aiuto, tanti strumenti (dall'espressione grafo-pittorica all'uso delcorpo, dall'argilla al teatro, dalla fotografia al gioco)per aiutare se stessi e i propriclienti nella conoscenza del sè sublimando la parola e la razionalità.
    INIZIO DEL CORSO: POSSIBILE INSERIRSI IN QUALSIASI MOMENTO DELL'ANNO
    SCARICA LA PRESENTAZIONE

    Corso in Enneagramma, uno strumento in più: 90 ore
    Corso esperienziale, per vivere attivamente lo strumento mediante un panel di interviste e il confronto delle proprie storie personali, con alternanza di contenuti teorici e momenti in cui i partecipanti saranno chiamati a giocare un ruolo attivo nella conoscenza e nell’utilizzo dell’Enneagramma.
    INIZIO DEL CORSO: NOVEMBRE 2018
    SCARICA LA PRESENTAZIONE

    Corso in Counseling, cibo e salute: 50 ore
    Psicoeducazione, counseling e Coaching nella promozione del benessere e nella gestione dei problemi con l'alimentazione, il peso e l'immagine corporea.
    PROSSIMA EDIZIONE: GENNAIO 2019

    SCOPRI DI PIU'

    Corso in Counseling sessuologico: 50 ore
    work in progress
    edizione prevista in FEBBRAIO 2019

     

     

     

     

     

  • La professione del Counseling

    DEFINIZIONI E NORMATIVE 

    COS’E’ il COUNSELING

    Il Counselling è un'attività professionale intesa come relazione d’aiuto che muove dall’analisi dei problemi del cliente e si propone di costruire una nuova visione di tali problemi e di attuare un piano di azione per realizzare le finalità desiderate dal cliente (prendere decisioni, migliorare relazioni, sviluppare la consapevolezza, gestire emozioni e sentimenti, superare conflitti).

    Il Counselling è un'attività professionale all'interno di una relazione basata su un contratto. Il processo di counselling consente ai clienti di sviluppare consapevolezza, opzioni e competenze per la gestione dei problemi e lo sviluppo personale, professionale e organizzativo, attraverso la valorizzazione dei loro punti di forza e delle risorse.
    Il suo obiettivo è quello di favorire l'autonomia in relazione all'ambiente sociale, professionale e culturale.

    Si distinguono due tipi di Counseling:

    1) Counseling primario: attività professionale di Counseling praticata nel privato, nei centri di Ascolto, nel volontariato e nelle organizzazioni profit e non-profit.

    2) Counseling complementare (uso delle abilità di Counseling ad integrazione di diverse professionalità): viene utilizzato nelle professioni psicosociali o socioeducative, come pure in altre professioni nel campo sociale: sanitario, medico, legale ed economico

     

    CHI E’ IL COUNSELOR

    Il Counselor è un professionista specificatamente formato a vari livelli secondo i criteri stabiliti dalle associazioni professionali di Counselling e certificati dalle stesse. Possiede competenze specifiche per la gestione del colloquio con persone, coppie, famiglie; competenze nella conduzione di gruppi e nell'intervento organizzativo. Possiede inoltre conoscenze di cultura sociologica, psicologica e antropologica e della comunicazione.

    GLI SBOCCHI PROFESSIONALI DEL COUNSELOR

    1) Area dell'intervento rivolto a singole persone: si focalizza sulle risorse, favorisce l'individuazione di nuovi punti di vista, facilita processi decisionali e accompagna nelle scelte autonome, evolutive e volte al benessere.

    2) Area dell'intervento nell'ambito familiare: sostiene le famiglie nelle possibili difficoltà; sostiene i passaggi legati al ciclo di vita familiare; favorisce l'individuazione delle risorse, l'accordo e le soluzioni nell'ambito educativo.

    3) Area dell'intervento nelle organizzazioni e nelle aziende: utilizza griglie di lettura dei contesti e metodi di intervento per lo sviluppo, facilita momenti di passaggio e riorganizzazione, esercita il problem solving, mette a fuoco le esigenze di ciascuno e di tutti e facilita la presa di decisioni che soddisfino le esigenze dell'organizzazione. Fornisce all'interno delle organizzazioni servizi di Counseling alle persone ed ai gruppi.

    4) Area dell'intervento nell'ambito sociale e sanitario: offre la possibilità di accompagnare i singoli e le famiglie nei passaggi del percorso sanitario o sociale. Favorisce scambi comunicativi tra il personale e gli individui ed i loro familiari. Aiuta le persone nell'affrontare il cambiamento tra la vita fin'ora condotta e quello successivo ad un evento nel campo sanitario o sociale.

    5) Area dell'intervento nell'ambito scolastico ed educativo: nell'ambito educativo e scolastico sostiene le competenze comunicative e relazionali di ragazzi, insegnanti, educatori e genitori, con attività individuali e di gruppo.

    LE MODALITA’ OPERATIVE DEL COUNSELOR

    Il Counselor opera sulla base di un contratto con un obiettivo preciso e verificabile in periodi e modalità di intervento definiti, prevede nella sua attività il monitoraggio, la valutazione e la verifica delle sue attività.

    Si aggiorna costantemente e utilizza regolarmente momenti di supervisione professionale. Svolge attività di ricerca.

    I REQUISITI PROFESSIONALI DEL COUNSELOR

    I requisiti per la figura professionale del counselor sono definiti in termini di conoscenza, abilità e competenza, in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF – European Qualifications Framework)

     

    COMPETENZE DEL COUNSELOR

    Attuare un intervento di counselling primario con individui, coppie e famiglie.

    Conoscenze 

    Abilità  

    • Metodologie di lettura dei contesti e professionali e dei sistemi di appartenenza

    • Conoscenze di base e avanzate relative al proprio modello teorico di riferimento

    • Conoscenze relative ai processi comunicativi e alla comunicazione interpersonale: Linguaggi verbali e non verbali

    • Metodologie di attivazione delle risorse personali e del sistema di appartenenza e dei contesti di vita del cliente

    • Conoscenza del lavoro per contratti di counselling per diversi setting con individui e gruppi.

    • Criteri per il monitoraggio e la valutazione dell'efficacia del lavoro di counselling.

    • Stabilire e mantenere la relazione di counselling

    • Trattare attraverso i processi comunicativi le richieste del cliente dal primo contatto fino alla conclusione del percorso di counselling.

    • Raccogliere ed utilizzare i dati per formulare una definizione del problema.

    • Definire un contratto consulenziale

    • Focalizzarsi sulle risorse e i punti di forza come agenti di cambiamento.

    • Sviluppare la capacità del cliente di individuazione e di utilizzo delle risorse personali.

    • Considera gli aspetti socio-culturali propri e del sistema cliente.

    • Applicare procedure di gestione dei problemi

    • Utilizzare la comunicazione empatica e le metodologie di ascolto attivo

    • Applicare metodi di ampliamento dei punti di vista.

    • Leggere processi comunicativi.

    • Applicare e Favorire l'utilizzo di metodologie del decision making

    • Applicare e favorire lo sviluppo del pensiero creativo

    • Riconoscere ed utilizzare la supervisione professionale per monitorare la qualità del proprio lavoro.

    • Riconoscere ed inviare l'individuo, le coppie e le famiglie ad un intervento professionale specifico.

    • Verifica l'intervento svolto

     

     

    Attuare l'intervento di counselling su un gruppo

     

    Conoscenze

    Abilità  

    • Metodologie di lettura dei contesti

    • Elementi del modello teorico di riferimento

    • Elementi di comunicazione interpersonale: Linguaggi verbali e non verbali, Comunicazione e processi comunicativi empatica

    • Comunicazione multimediale

    • Metodologie di attivazione delle risorse personali e del sistema di appartenenza

    • Conoscenza del lavoro per contratti di counselling per diversi setting con individui e gruppi.

    • Criteri per il monitoraggio e la valutazione dell'efficacia del lavoro di counselling.

    • Raccogliere ed utilizzare i dati per formulare una definizione del problema.

    • Definire un contratto di consulenza con il gruppo

    • Focalizzarsi sulle risorse e i punti di forza come agenti di cambiamento.

    • Sviluppare la capacità di individuazione e di utilizzo delle risorse del gruppo.

    • Considera gli aspetti socio-culturali propri e del sistema cliente.

    • Applicare procedure di gestione dei problemi

    • Applicare la comunicazione empatica e le metodologie di ascolto attivo

    • Applicare metodi di ampliamento dei punti di vista.

    • Leggere processi comunicativi.

    • Applicare e Favorire l'utilizzo di metodologie del decision making

    • Applicare e favorire lo sviluppo del pensiero creativo

    • Riconoscere ed utilizzare la supervisione professionale per monitorare la qualità del proprio lavoro.

    • Facilitare la comunicazione nel gruppo: mantenere un clima accogliente, permettere l'espressione dei diversi e conduzione punti di vista, gestire i conflitti, mantenere i tempi stabiliti.

    • Applicare metodologie di coordinamento e conduzione di gruppi.

    • Utilizzare esercitazioni e attività specifiche per facilitare gli apprendimenti e la crescita del gruppo

    • Verificare l'intervento svolto.

     

     

    Attuare un progetto di counselling nelle organizzazioni

    Conoscenze 

    Abilità  

    • Conoscenza professionale del campo di applicazione del progetto di counselling

    • Metodologie di lettura dei contesti

    • Conoscenza dei processi organizzativi

    • Conoscenza delle dinamiche di gruppo e digestione del gruppo.

    • Elementi del modello teorico di riferimento

    • Elementi di comunicazione interpersonale: linguaggi verbali e non verbali, comunicazione e processi comunicativi empatici

    • Metodologie di attivazione delle risorse personali e del sistema di appartenenza

    • Conoscenza del lavoro per contratti di counselling per diversi setting con individui e gruppi.

    • Criteri per il monitoraggio e la valutazione dell'efficacia del lavoro di counselling.

    • Raccogliere ed utilizzare i dati per formulare una definizione del problema.

    • Definire contratti in ambito organizzativo

    • Focalizzarsi sulle risorse e i punti di forza come agenti di cambiamento.

    • Sviluppare la capacità di individuazione e di utilizzo delle risorse dei singoli e dell'organizzazione.

    • Considera gli aspetti socio-culturali propri dei singoli, dei gruppi e dell'organizzazione

    • Applicare procedure di gestione dei problemi.

    • Applicare la comunicazione empatica e le metodologie di ascolto attivo.

    • Applicare metodi di ampliamento dei punti di vista.

    • Leggere processi comunicativi.

    • Applicare e favorire l'utilizzo di metodologie del decision making

    • Applicare e favorire lo sviluppo del pensiero creativo

    • Facilitare la comunicazione dei gruppi all'interno dell'organizzazione.

    • Accompagnare individui e gruppi nei processi di cambiamento.

    • Applicare metodologie di coordinamento di gruppi.

    • Applicare metodologie di gestione d'aula.

    • Applicare metodologie di progettazione e pianificazione delle attività.

    • Applicare metodologie di gestione dei conflitti

    • Applicare criteri per il monitoraggio e la valutazione dell'efficacia del lavoro di counselling.

    • fornire un report finale.

    • Riconoscere ed utilizzare la supervisione professionale per monitorare la qualità del proprio lavoro.

     

    Attuare intervento di counselling complementare.

    Conoscenze 

    Abilità  

    • Conoscenze teoriche e tecniche dell'ambito professionale

    • Metodologie di lettura dei contesti

    • Elementi del modello teorico di riferimento

    • Elementi di comunicazione interpersonale: linguaggi verbali e non verbali, comunicazione e processi comunicativi empatici

    • Metodologie di attivazione delle risorse personali e del sistema di appartenenza.

    • Conoscenza delle dinamiche di gruppo e di gestione del gruppo.

    • Criteri per il monitoraggio e la valutazione dell'efficacia del lavoro di counselling.

    • Individuare risorse personali e del campo di applicazione professionale.

    • Focalizzarsi sulle risorsee i punti di forza come agenti di cambiamento.

    • Sviluppare la capacità di individuazione e di utilizzo delle risorse personali e del proprio ambito professionale

    • Considera gli aspetti socio-culturali propri e del sistema cliente.

    • Applicare procedure di gestione dei problemi

    • Applicare la comunicazione empatica e le metodologie di ascolto attivo

    • Applicare metodi di ampliamento dei punti di vista.

    • Leggere processi comunicativi.

    • Applicare e Favorire l'utilizzo di metodologie del decision making

    • Applicare e favorire lo sviluppo del pensiero creativo

    • Facilitare la comunicazione dei gruppi

    • Applicare metodologie di gestione dei conflitti.

    • Riconoscere ed utilizzare la supervisione professionale per monitorare la qualità del proprio lavoro professionale.

    • Riconosce ed accompagna l'individuo, le coppie e le famiglie ad un intervento professionale specifico.

     

      LA FORMAZIONE DEL COUNSELOR

    1.Qualifica di Counselor: per l’ammissione:

    a) titolo di studio corrispondente almeno alla licenza di scuola superiore;

    b) attività formative con le seguenti caratteristiche: almeno 450 ore da espletare in non meno di due anni e comprensive di tirocinio alla fine del percorso; tra gli insegnamenti impartiti devono essere presenti “elementi di etica e deontologia professionale” e “fondamenti di psicologia”;

    c) il Corso deve fare riferimento ad un modello di Counseling riconosciuto dalla cultura nazionale o internazionale;

    d) al termine del Corso deve essere prevista la verifica (prova pratica e tesina).

    2. Qualifica di Counselor professionista:

    a) per l’ammissione: qualifica di Counselor; attività formative, comprensive di tirocinio e supervisione, per un totale di almeno 450 ore da espletare in non meno di un anno.

    3. Qualifica di Counselor professionista avanzato:

    a) per l’ammissione: qualifica di Counselor professionista; attività formative per un totale di almeno 850 ore costituite in prevalenza da tirocini e attività supervisionata.

    4. Qualifica di Formatore in Counseling: In attesa della definizione di propri standard di formazione, il CNCP riconosce i criteri per Docenti e Supervisori adottati dalle Scuole, Istituti e Centri che presentano i loro programmi all’accreditamento.

     

     

  • Lavorare con i gruppi

  • Micro-Counseling nelle Organizzazioni

    immagine counseling organizzativo  

    Portare il Counseling in azienda
    per migliorare le relazioni, la comunicazione e la collaborazione per il raggiungimento di obiettivi comuni e di soddisfazione personale

     

    SCARICA LA PRESENTAZIONE DEL CORSO - EDIZIONE FEBBRAIO 2018

     

    PER UN’ECOLOGIA DELLA VITA IN AZIENDA
    L’azienda è un sistema da sempre complesso e in taluni casi in crisi di valori. A vari livelli, la motivazione e il coinvolgimento personale offrono opportunità di svolta e di successo per l’organizzazione e per coloro che ne fanno parte. Ecco quindi un percorso volto a stimolare, coinvolgere e costruire nuove abitudini funzionali e generative di benessere della persona e del gruppo di lavoro.

    Per attivare nel proprio ambiente di lavoro relazioni più soddisfacenti ed essere efficaci nell’ambito delle risorse umane.

    A CHI SI RIVOLGE
    Il percorso si rivolge prioritariamente ai manager e ai responsabili del personale e delle risorse umane a vari livelli. Tuttavia, per l’approccio concreto ed esperienziale, é aperto anche a tutti coloro che si trovano ad affrontare momenti di cambiamento, di riorganizzazione, di difficoltà nella gestione dei processi lavorativi, comunicativi o relazionali.


    Grazie all’articolazione in momenti di crescita personale e momenti formativi con l’acquisizione di mappe di riferimento e approcci teorici, il percorso é rivolto a tutti coloro che vogliano acquisire un metodo e sperimentare applicazioni utili in ogni ambito sociale e professionale, a beneficio delle relazioni, dell’efficienza e della qualità della propria vita.

    I TEMI AFFRONTATI

    • la comunicazione efficace e la relazione nel contesto lavorativo;
    • migliorare la qualità del lavoro in termini di efficacia e di efficienza;
    • la leadership: come, quando e perché; l'assertività, la gestione delle riunioni;
    • tecniche di negoziazione e problem solving;
    • la gestione del tempo;
    • coinvolgere i collaboratori per un maggior benessere nell'ambiente di lavoro;
    • offrire sostegno e imparare a gestire situazioni conflittuali e di disagio;
    • ridurre l’assenteismo implementando la produttività;
    • aumentare la motivazione al lavoro integrando progetti personali e aziendali;
    • accompagnare nella gestione dei cambiamenti professionali;
    • public speaking e gestione dell’emotività e dello stress.

    QUANDO

    A breve uscirà il calendario dell'edizione 2018/2019 del corso.

    IL CORSO

    1. Modulo: Esserci in prima persona
    Ciascuno apporta alle organizzazioni il proprio bagaglio di esperienza e la propria modalità di instaurare relazioni. Il Primo modulo é pertanto imperniato sul Sé: essere centrati su di sé, l’ascolto di se stessi, le emozioni, la comunicazione non verbale, la motivazione e i tornaconti.

    2. Modulo: Il Gruppo
    L’azienda e le Organizzazioni sono entità in evoluzione, all’interno delle quali ciascuno apporta esperienza, gioca un ruolo, ha obiettivi personali e professionali. Il Secondo modulo definisce il gruppo, la leadership, i ruoli, il ciclo di vita di un gruppo. In tale contesto sarà dedicato focus specifico al tema della gestione delle riunioni e al public speaking.

    3. Modulo: La Comunicazione
    La comunicazione come processo per creare e mantenere relazioni efficaci ed ecologiche nelle organizzazioni. Il Terzo modulo fornisce le mappe teoriche di riferimento e allena alla comunicazione assertiva, con particolare riferimento al riconoscere e gestire le relazioni inefficaci (i giochi e gli errori della comunicazione) e i conflitti.

    4. Modulo: Il Cambiamento
    Il Quarto modulo affronta la gestione del cambiamento, con particolare attenzione ai temi dello stress e del burn-out: orienta verso progettualità, empowerment, mindfulness come strumenti per raggiungere la mission del gruppo in azienda e al tempo stesso la realizzazione personale.

    A conclusione del percorso, un lavoro prevalentemente esperienziale in gruppo, per consolidare la formazione appresa in questo ciclo di incontri.

    COSTI E INFORMAZIONI
    Il corso é soggetto a colloquio conoscitivo degli interessati e a numero minimo di partecipazione.
    Per informazioni e per fissare il colloquio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tel. 02 70006555.

    € 730,00 per soci Aspic e UPASPIC
    €795,00 € per esterni

    Possibilità di rateizzazioni.
    Il corso si tiene a Milano, in Via Sangallo 41 (Città studi)

                                                                     

     
  • STRUMENTI DI COUNSELING PER GLI INSEGNANTI

     

    CORSO INTRODUTTIVO ALLE ABILITÁ DI COUNSELING PER LA SCUOLA

    Formazione accreditata MIUR -
    Aggiornamento professionale-
    Bonus scuola

    lumacafarfalla-p

    SCARICA LA PRESENTAZIONE DEL CORSO
    PROSSIMA EDIZIONE OTTOBRE 2018

    DESTINATARI
    Corso rivolto agli insegnanti di ogni ordine e grado.

    OBIETTIVI
    Un progetto formativo destinato agli insegnanti di ruolo della scuola secondaria di primo e secondo grado, con l’obiettivo di:

    - Migliorare la qualità del rapporto con la classe e con i singoli alunni;
    - Facilitare un più efficace processo educativo e di insegnamento;
    - Sviluppare competenze socio-relazionali;
    - Potenziare le abilità di ascolto e l’apprendimento dell’ascolto attivo;
    - Acquisire conoscenze sulle Life Skills e competenze per la gestione di strumenti quali il circle time.

    METODOLOGIA

    Il corso di 36 ore di formazione è ideato per dare la possibilità di fare esperienza. 
    Il 70% del tempo è dedicato allo sviluppo di nuove competenze ed avviene attraverso l’esperienza pratica (lavori di gruppo, laboratori).
    il 30% del tempo è dedicato alla contestualizzazione dell’esperienza tramite l’acquisizione di conoscenze (lezioni frontali).

    Il monte ore è così strutturato:
    6 moduli da 4 ore ciascuno, per un totale di 24 ore in aula dedicate alla formazione teorico-esperienziale secondo il modello «fare per imparare»; 12 ore di approfondimento e verifica dei contenuti on line con la supervisione dei formatori U.P.ASPIC.

    COMPETENZE ACQUISITE:

    Il corso è finalizzato a sviluppare competenze che rientrano nelle aree:
    COGNITIVA,
    RELAZIONALE,
    METACAPACITA’.

    Nello specifico, i docenti potranno:

    • Acquisire e rafforzare gli atteggiamenti di apertura ad un confronto costruttivo con gli altri, modificando il proprio stile di comportamento in base al contesto (RESILIENZA E FLESSIBILITA’);
    • Esercitare la propria capacità decisionale e di scelta tra diverse alternative, in base a criteri fondati sul miglior rapporto efficacia/efficienza;
    • Utilizzare efficacemente il linguaggio verbale e non verbale, al fine di instaurare rapporti interpersonali costruttivi e proficui (COMUNICAZIONE);
    • Sviluppare le competenze necessarie a mantenere il giusto distacco per poter mediare tra posizioni contrastanti, facendo prevalere la logica del gioco a somma diversa da zero, in cui entrambe le parti sono vincitrici (NEGOZIAZIONE);
    • Apprendere le modalità di gestione delle situazioni impreviste e improvvise che creano pressione emotiva e rischiano di generare forte stress;
    • Esplorare le proprie risorse e i propri limiti, per una maggiore conoscenza di sé e per sviluppare un orientamento al miglioramento continuo, che permetta di esprimere e scoprire le proprie potenzialità (CONSAPEVOLEZZA E AUTOEFFICACIA);
    • Conoscere, sviluppare e utilizzare le Life Skills: "apprendere per insegnare".

    Life skills

    PROGRAMMA

    MODULO 1
    L’approccio centrato sulla persona
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 2
    L’ascolto attivo
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 3
    I canali rappresentazionali per una comunicazione efficace
    Gli ostacoli della comunicazione
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 4
            La comunicazione non verbale: leggere le emozioni
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 5
            Le life skills per potenziare l’insegnamento 1
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 6
            Le life skills per potenziare l’insegnamento 2
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    RISULTATI FINALI ATTESI

    Gli argomenti proposti sono finalizzati a padroneggiare le competenze relazionali e comunicative, per un miglioramento del processo di insegnamento/apprendimento che tenga in considerazione gli aspetti contenutistici e anche emotivi della relazione insegnante-alunno, insegnante-gruppo classe, insegnante-insegnante.
    Ulteriori finalità sono la maggior efficacia relazionale nel rapporto insegnante-genitori e una migliore capacità di gestione delle conflittualità all’interno della classe e/o della scuola.

    Per quanto riguarda la gestione del gruppo classe, il principale strumento sperimentato nel corso è la metodica del circle time, in cui l’insegnante ricopre il ruolo di mediatore, facilitando la comunicazione tra pari, il rispetto dell’altro e la conoscenza reciproca. Nel ricoprire questo ruolo di educatore socio-affettivo, l’insegnante è in grado di creare integrazione all’interno della classe, valorizzare le competenze dei singoli e del gruppo e gestire criticità e conflitti in modo costruttivo, invece che depotenziante.

    RICONOSCIMENTI - INFO E COSTI

    Il corso proposto si configura come formazione, ed essendo organizzato da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 8/06/2005) è automaticamente autorizzato ai sensi degli art. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi.

    Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza, valido per l’aggiornamento e la formazione continua dei docenti.
    È possibile svolgere il corso anche direttamente nel plesso scolastico interessato (min 6 insegnanti).

    Il corso ha un costo di 400,00 € + 65,00 € di quota associativa.
    (operazione fuori campo IVA, ex art. 1 e 4 Dpr. 633 del 72)

    È possibile partecipare al corso utilizzando la CARTA DOCENTI e usufruendo del BONUS SCUOLA.

    PROSSIMA EDIZIONE: Ottobre 2018 - possibilità di frequenza infrasettimanale (18.00-22.00) o nei week-end.

    Per ulteriori informazioni, la prenotazione di un colloquio di orientamento gratuito o la richiesta dei moduli di iscrizione, contattare: 
    ASPIC MILANO
    Via Sangallo 41, 20133 Milano

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    02.70006555 (lun-merc-ven dalle 10.00 alle16.00)
    349 0807583

    www.aspicmilano.com

     

     

     

     

     

     

     

    CORSO INTRODUTTIVO ALLE ABILITÁ DI COUNSELING

    PER LA SCUOLA

    Formazione accreditata MIUR -

    Aggiornamento professionale-

    Bonus scuola

     

     

    lumacafarfalla-p

     

    SCARICA LA PRESENTAZIONE DEL CORSO

    PROSSIMA EDIZIONE APRILE 2018

     

    DESTINATARI

    Corso rivolto agli insegnanti di ogni ordine e grado.

    OBIETTIVI
    Un progetto formativo destinato agli insegnanti di ruolo della scuola secondaria di primo e secondo grado, con l’obiettivo di:

    - Migliorare la qualità del rapporto con la classe e con i singoli alunni;
    - Facilitare un più efficace processo educativo e di insegnamento;
    - Sviluppare le competenze socio-relazionali;
    - Potenziare le abilità di ascolto e l’apprendimento dell’ascolto attivo;
    - Acquisire conoscenze sulle Life Skills e competenze per la gestione di strumenti quali il circle time.

    METODOLOGIA

    Il corso di 36 ore di formazione è ideato per dare la possibilità di fare esperienza. 
    Il 70% del tempo è dedicato allo sviluppo di nuove competenze ed avviene attraverso l’esperienza pratica, (lavori di gruppo, laboratori).
    il 30% del tempo è dedicato alla contestualizzazione dell’esperienza tramite l’acquisizione di conoscenze (lezioni frontali).

    Il monte ore è così strutturato:
    6 moduli da 4 ore ciascuno, per un totale di 24 ore in aula dedicate alla formazione teorico-esperienziale secondo il modello «fare per imparare»; 12 ore di approfondimento e verifica dei contenuti on line con la supervisione dei formatori U.P.ASPIC

    COMPETENZE ACQUISITE:

    Il corso è finalizzato a sviluppare competenze che rientrano nelle aree:
    COGNITIVA,
    RELAZIONALE,
    METACAPACITA’.

    Nello specifico, i docenti potranno:

    • Acquisire e rafforzare gli atteggiamenti di apertura ad un confronto costruttivo con gli altri, modificando il proprio stile di comportamento in base al contesto (RESILIENZA E FLESSIBILITA’);
    • Esercitare la propria capacità decisionale e di scelta tra diverse alternative, in base a criteri fondati sul miglior rapporto efficacia/efficienza;
    • Utilizzare efficacemente il linguaggio verbale e non verbale al fine di instaurare rapporti interpersonali costruttivi e proficui (COMUNICAZIONE)
    • Sviluppare le competenze necessarie a mantenere il giusto distacco per poter mediare tra posizioni contrastanti, facendo prevalere la logica del gioco a somma diversa da zero, in cui entrambe le parti sono vincitrici (NEGOZIAZIONE);
    • Apprendere le modalità di gestione delle situazioni impreviste e improvvise che creano pressione emotiva e rischiano di generare forti stress;
    • Esplorare le proprie risorse e i propri limiti per una maggiore conoscenza di sé e per sviluppare un orientamento al miglioramento continuo, che permetta di esprimere e scoprire le proprie potenzialità (CONSAPEVOLEZZA E AUTOEFFICACIA);
    • Conoscere, sviluppare e utilizzare le Life Skills: "apprendere per insegnare".

    Life skills

     

    PROGRAMMA

    MODULO 1
    L’approccio centrato sulla persona
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 2
    L’ascolto attivo
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 3
    I canali rappresentazionali per una comunicazione efficace
    Gli ostacoli della comunicazione
    Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 4
            La comunicazione non verbale: leggere le emozioni
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 5
            Le life skills per potenziare l’insegnamento 1
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

    MODULO 6
            Le life skills per potenziare l’insegnamento 2
            Role playing esperienziale, circle time, attivazioni

     

    RISULTATI FINALI ATTESI

    Gli argomenti proposti sono finalizzati a padroneggiare le competenze relazionali e comunicative, per un miglioramento del processo di insegnamento/apprendimento, che tenga in considerazione gli aspetti contenutistici e anche emotivi della relazione insegnante-alunno, insegnante-gruppo classe, insegnante-insegnante.
    Una ulteriore finalità è la maggior efficacia relazionale nel rapporto insegnante-genitori, e una capacità di gestione delle conflittualità all’interno della classe e/o della scuola.

    Per quanto riguarda la gestione del gruppo classe, il principale strumento sperimentato nel corso è la metodica del circle time, in cui l’insegnante ricopre il ruolo di mediatore, facilitando la comunicazione tra pari, il rispetto dell’altro e la conoscenza reciproca. Nel ricoprire questo ruolo di educatore socio-affettivo, l’insegnante è in grado di creare integrazione all’interno della classe, valorizzare le competenze dei singoli e del gruppo e gestire criticità e conflitti in modo costruttivo, invece che depotenziante.

    RICONOSCIMENTI - INFO E COSTI

    Il corso proposto si configura come formazione, ed essendo organizzato da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 8/06/2005) è automaticamente autorizzato ai sensi degli art. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi.

    Al termine del percorso verrà rilasciato un attestato di frequenza, valido per l’aggiornamento e la formazione continua dei docenti.
    È possibile svolgere il corso anche direttamente nel plesso scolastico Interessato (min 6 insegnanti)

    Il corso ha un costo di 400,00 € + 65,00 € di quota associativa
    (operazione fuori campo IVA, ex art. 1 e 4 Dpr. 633 del 72)

    È possibile partecipare al corso utilizzando la CARTA DOCENTI e usufruendo del BONUS SCUOLA.

    PROSSIMA EDIZIONE: aprile 2018 - possibilità di frequenza infrasettimanale (18.00-22.00) o nei week-end

    Per ulteriori informazioni, la prenotazione di un colloquio di orientamento gratuito o la richiesta dei moduli di iscrizione, contattare: 
    ASPIC MILANO
    Via Sangallo 41, 20133 Milano

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    02.70006555 (lun-merc-ven dalle 10.00 alle16.00)
    349 0807583

    www.aspicmilano.com

  • Training in Counseling, CIBO & SALUTE

    Psicoeducazione, Counseling e Coaching nella promozione del benessere e nella gestione dei problemi
    con l'alimentazione, il peso e l'immagine corporea.

    immagine cibo e salute

    Destinatari
    Professionisti e operatori impegnati nella prevenzione, nell'educazione e nella riabilitazione delle patologie alimentari, del peso e dell'immagine corporea e chiunque sia interessato anche personalmente a queste tematiche. 

    Obiettivi e Finalità
    Divulgare i risultati più recenti della ricerca nel campo della nutrizione e dei disturbi alimentari psicogeni.
    Trasmettere abilità di progettazione nell'ambito della prevenzione e nella conduzione di gruppi psicoeducativi.
    Promuovere l'applicazione di procedure personalizzate di intervento di provata efficacia.
    Incrementare la pratica del Counseling come strumento e processo di cambiamento trasversale a professionalità ed approcci teorici diversi.

    Articolazione e orari
    Corso di 50 ore: 40 ore in presenza + 10 di autoformazione e assessment.
    Il corso si svolge in due moduli di 20 orecon frequenza dal venerdì alla domenica, con i seguenti orari:

    Venerdi:      15.00 - 19.30
    Sabato:         9.00 - 19.30
    Domenica:    9.00 - 17.00 

    Programma e modalità di iscrizione
    Possibilità di rateizzazione o iscrizione solo ad 1 modulo o alle singole giornate aperte a tutti.
    Per info e iscrizioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  


    SCARICA IL PROGRAMMA 

     

     

  • Workshop assertività

News ed Eventi

  • Corso in Art-Counseling +

    per specializzarsi nell'uso delle tecniche artistico-espressive nel counseling. Possibilità di seguire anche i singoli moduli di interesse​. Read More
  • G.A.D.A. gruppo di aiuto dipendenza affettiva +

    un ciclo di incontri bimensili, il martedì dalle 20.30 alle 22.30, rivolto a persone che vogliono sperimentare lo strumento del Read More
  • 21^ Edizione Master triennale in Counseling +

    Sono aperte le iscrizioni alla 19° edizione del Master Triennale Read More
  • Counseling per insegnanti +

    Read More
  • Formazione permanente +

    Read More
  • 1

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti